17 giugno 2018 – Quarta Domenica dopo Pentecoste (anno B)

Alla luce della creazione di Dio, la vita è una festa dove ogni cosa è un particolare dell’insieme e tutto tende all’armonia. L’uomo non dovrebbe fare altro che scoprire il progetto e assecondarlo con l’apporto dei carismi personali. Purtroppo l’incapacità del dominio di sé altera il quadro e genera sospetto e disordine.

L’alternativa che cresce è quella che porta il nome di “peccato”, ossia un fine diverso da quello stabilito da Dio. Attraverso la parabola delle nozze, Gesù vuole metterci in guardia sia dal preferire le nostre piccole logiche agli inviti di Dio, sia da un partecipare che appare dettato dall’obbligo anziché motivato dalla gioia.

don Paolo

Qui le letture: https://spl.ink/letture_17062018

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

10 giugno 2018 – Terza Domenica dopo Pentecoste (anno B)

In questo giorno di festa, che abbiamo atteso e preparato per condividere la gioia dell’ordinazione sacerdotale di tre giovani di questa parrocchia, la Parola di Dio viene ad indicarci il valore della creazione dell’uomo e della donna e della loro feconda relazione secondo il disegno di Dio, ossia il ruolo decisivo della famiglia.

Per quasi tutta l’umanità è questo l’ideale fondamentale e anche la vita consacrata mostra come l’amore vero comporti la rinuncia a se stessi per diventare dono. Nel progetto divino tutto è in armonia: la differenza, sessuale e vocazionale, infatti è orientata sempre a creare unità. Perciò “l’uomo non separi ciò che Dio ha unito”.

don Paolo

Qui le letture: https://spl.ink/letture_10062018

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

3 giugno 2018 – Seconda Domenica dopo Pentecoste (anno B)

“Chi di voi, per quanto si preoccupi, può allungare anche di poco la propria vita? Se non potete fare neppure così poco, perché vi preoccupate per il resto?”. Gesù parte dalla nostra fragilità, che l’ansia fa aumentare anziché diminuire, per invitarci alla fiducia: siamo stati avvolti da un Amore che
non trascura e non abbandona.

Quanto più abbiamo conosciuto Dio come Padre e ci impegniamo a maturare una relazione filiale con Lui, tanto più scopriamo infinite ragioni per rendergli grazie e gloria. Non lasciamoci travolgere da vani ragionamenti che riproducono, in ogni contesto, la tentazione adamitica e diabolica di poter fare meglio o a meno di Dio.

don Paolo

Qui le letture: https://spl.ink/letture_03062018

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

27 maggio 2018 – Solennità della Santissima Trinità

Tanto nella Bibbia quanto nei Vangeli non si parla esplicitamente della santissima Trinità. Questa espressione e il suo contenuto è stato determinato soprattutto nei primi secoli della storia della Chiesa per salvaguardare la bellezza, la ricchezza e l’armonia dell’Alleanza creativa, fedele e inesauribile di Dio nella storia.

L’amore vero in tutte le sue manifestazioni è creativo e unitivo:così il Padre ama e genera il Figlio, Gesù il Cristo, e insieme effondono lo Spirito santo che, con i suoi doni e i suoi frutti, orienta tutto al bene, alla verità e alla pienezza della vita. Con libertà e con gioia rinnoviamo una totale appartenenza a questi affetti.

don Paolo

Qui le letture: https://spl.ink/letture_27052018

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

20 maggio 2018 – Solennità di Pentecoste (anno B)

La presenza dello Spirito santo, che garantisce il legame tra la Chiesa e il suo Signore, accompagna la bella notizia del Vangelo attraverso la storia e richiama alle sue responsabilità l’insieme del popolo di Dio e ogni singolo discepolo. “Io vivo – dice Gesù – e voi vivrete”: lo Spirito amalgama in noi la stessa vita di Dio.

Viviamo come un incoraggiamento e come un invito alla perseveranza la grande solennità di Pentecoste, riconoscendoci comunità abitata, animata e corredata dallo Spirito e dai suoi doni, di cui i prossimi nuovi sacerdoti sono il più evidente ma non l’unico segno. Ciascuno rinnovi,nell’ubbidie nza della fede, la sua docilità.

don Paolo

Qui le letture: https://www.spl.ink/letture_20052018

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

13 maggio 2018 – Domenica dopo l’Ascensione, Settima di Pasqua (anno B)

“Voglio che tu sappia come comportarti nella Chiesa del Dio vivente”: la parola di san Paolo a Timoteo ricalca la missione e la fiducia di Gesù nei confronti dei suoi discepoli di ogni tempo. C’è un modo “cristiano” di stare nella Chiesa e nel mondo: quello di dare concretezza al Vangelo, vivendolo sulla propria pelle.

Nella domenica tra l’Ascensione e la Pentecoste, la Parola di Dio esorta ad assumere la responsabilità che ci compete, senza lamentarci per l’assenza visibile del Signore Gesù. Tocca infatti a noi, nessuno escluso, sotto la regia dello Spirito santo, renderlo vicino, amorevole e incisivo in questo mondo confuso e inquieto.

don Paolo

Qui le letture: https://www.spl.ink/letture_13052018

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

6 maggio 2018 – Sesta Domenica di Pasqua (anno B)

Il progetto è chiaro: dall’inizio alla fine Dio ci chiama a collaborare, ad occuparci della vita perché nessuno sia trascurato e non ci sia chi si riduce a vivere per se stesso. Gesù ritorna al Padre ma non lascia i suoi amici senza un futuro: lo Spirito veglierà sui passi della Chiesa incammino e sulla vivacità della memoria.

La Parola oggi fa intendere la Pentecoste, a cui mancano ancora due settimane, come il compimento del mistero pasquale. Quello che gli occhi hanno visto e le mani toccato, il Crocifisso che è il Risorto, ora è lo Spirito a renderlo presente in noi, affinché il mondo sia ancora abitato dall’amore che salva.

don Paolo

Qui le letture: https://www.spl.ink/letture_06052018

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

29 aprile 2018 – Quinta Domenica di Pasqua (anno B)

L’avvenimento della Pasqua costituisce il centro non soltanto della vita di Gesù ma dell’intera storia umana, nella quale Dio si è coinvolto con amore assoluto e gratuito, dalla creazione all’eternità. Attraverso il dono dell’Alleanza è stata resa sempre più evidente la comunicazione della sapienza e della passione divina.

Chi riconosce la presenza di Dio nel mondo, visibile in Cristo e nell’azione dello Spirito santo, non può cedere al fascino deludente delle apparenze e delle vanità. La preghiera ad alta voce di Gesù nel Cenacolo affida al Padre i desideri umani più veri, affinché siano sempre in sintonia con la sua parola e con la sua gloria.

don Paolo

Qui le letture: https://www.spl.ink/letture_29042018

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

22 aprile 2018 – Quarta Domenica di Pasqua (anno B)

“Il Signore è il mio pastore, non manco di nulla”: Gesù è il grande e bel Pastore che vive e muore per le sue pecore e ritorna poi tra loro per condurle tutte, anche quelle perdute, alle condizioni ideali della vita. Con queste immagini care al mondo biblico e all’annuncio evangelico oggi riviviamo il mistero pasquale.

Nell’annuale giornata dedicata alle vocazioni rivolgiamo la nostra intercessione a tutti i giovani, posti nel prossimo Sinodo al centro dell’attenzione della Chiesa, e specialmente ai fidanzati e ai giovani sposi, alle vocazioni religiose, ai seminaristi e ai nuovi presbiteri ordinati quest’anno a Milano e nella Chiesa universale.

don Paolo

Qui le letture: https://www.spl.ink/letture_22042018

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

15 aprile 2018 – Terza Domenica di Pasqua (anno B)

Il percorso di Gesù, imprevedibile ed esigente, è l’unica via della vita senza rimpianti e diventa quindi una proposta. L’umanità assunta senza riserve né privilegi dal Figlio di Dio è affidabile ed esemplare: aprendo il cammino e preparando ovunque “il nostro posto”, desidera infatti averci sempre con sé.

Mantenersi sul sentiero di Cristo non è facile e la stessa vicenda dei discepoli che si sono dispersi è un prezioso avvertimento. La fatica e la sofferenza generate dalla ricerca e dalla semina di ciò che è giusto e buono – aggiunge l’apostolo Paolo – sono una conferma che stiamo camminando sulle orme pasquali.

don Paolo

Qui le letture: https://www.spl.ink/letture_15042018

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
1 2 3 24