23 luglio 2017 – Settima Domenica dopo Pentecoste (anno A)

L’ingresso nella terra promessa avviene non attraversando una porta, ma il fiume Giordano. Dio vuole però lasciare un segno perpetuo di questa entrata: dodici pietre erette, quale riferimento per le dodici tribù d’Israele. Gesù, in cammino verso Gerusalemme, indica in una porta stretta il passaggio in Dio della vita.

L’esistenza è chiamata a progredire in un percorso che Dio rivela e per il quale è necessario essere preparati e tempestivi. Persistendo, invece, in un’appartenenza formale e calcolata, senza lotta né sforzo, si profila un’estraneità dolorosa e inattesa ma effettiva: “Mi dispiace, ma non ti conosco e non so da dove vieni”.

don Paolo

Qui le letture: http://spl.ink/letture_23072017

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

16 luglio 2017 – Sesta Domenica dopo Pentecoste (anno A)

A Mosè, che durante l’esodo verso la terra promessa, chiede di poter vedere la sua gloria, Dio risponde che mostrerà la sua bontà e la sua grazia nella misericordia e nella fedeltà. Il Dio affascinante e misterioso vuole farsi conoscere, ma solo in parte, di spalle, manifestando la sua disponibilità e benevolenza.

Con la venuta del Figlio, Gesù, l’Alleanza si fa nuova e definitiva stabilendosi nell’animo di ogni credente. Quelli che – amando, pregando, dicendo e facendo il bene – si propongono di custodirla saranno beati, mentre chi non se ne cura resterà estraneo al valore di tante circostanze e al gusto di vivere.

Qui le letture: http://spl.ink/letture_16072017


A causa di un inconveniente tecnico non è disponibile la consueta registrazione dell’omelia di don Paolo della S. Messa delle ore 18:00.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

9 luglio 2017 – Quinta Domenica dopo Pentecoste (anno A)

Il dono di un nuovo Arcivescovo illumina la nostra domenica estiva e ci invita,  nella scia di una lunga e feconda tradizione, a continuare il cammino della fede  nella discendenza di Abramo e sulle orme di Gesù. Chi si è fidato del Signore e si è  sforzato di dare riscontro nella vita alla sua parola,non è stato mai deluso.

Un elemento decisivo è ribadito dalla Parola: credere equivale sempre a ripartire,  a ricominciare. La fede è normalmente un cammino, il credente va sempre oltre. E’ sicuramente importante anche sostare, rivedere, contemplare, accorgersi… per  rimettersi poi in strada e camminare insieme secondo le indicazioni di Dio

don Paolo

Qui le letture: http://spl.ink/letture_09072017

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

2 luglio 2017 – Quarta Domenica dopo Pentecoste (anno A)

Il bellissimo quadro della creazione è offuscato dalla logica umana che, invece di contemplarlo e di goderlo, spesso lo tradisce con scelte inadeguate, quali la superficialità, la corruzione e la violenza. Tuttora l’umanità soffre per scelte e logiche che privilegiano interessi di parte e non servono invece il bene comune.

L’invito, sempre necessario, che la Parola di Dio ci rivolge oggi è quello di non mancare mai di vigilare su noi stessi e sul compito costruttivo che ci è affidato: se non abbiamo cura della migliore condizione di vita per ognuno dei suoi figli, non possiamo pensare di essere in sintonia con il desiderio dell’unico Padre.

don Paolo

Qui le letture: http://spl.ink/letture_02072017

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

25 giugno 2017 – Terza Domenica dopo Pentecoste (anno A)

Potrebbe ma non vuole fare da solo, Dio: infatti intende l’uomo non solo come destinatario ma come collaboratore della sua opera. Egli desidera affidargliela, affinché il suo agire – sintetizzato nel compito di custodire e di coltivare – sia nella luce della verità e progredisca con le stesse intenzioni e modalità del Creatore.

La visibilità di Gesù e il dono dello Spirito sono decisivi per realizzare il progetto avviato dal Padre: “Dio – rivela Gesù a Nicodemo – ha mandato il Figlio perché il mondo sia salvato per mezzo di lui”. Un totale affidamento a Dio nella conoscenza del bene e del male generi buoni frutti dall’albero della nostra vita.

don Paolo

Qui le letture: http://spl.ink/letture_25062017

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

18 giugno 2017 – Seconda Domenica dopo Pentecoste (anno A)

Il sapiente Siracide, poco tempo prima di Cristo, rilegge il disegno creativo di Dio e il rilievo dato all’essere umano, testimone e beneficiario delle sue meraviglie: “Discernimento, lingua, occhi, orecchi e cuore diede loro per pensare. Li riempì di scienza e di intelligenza e mostrò loro sia il bene che il male”.

Le creature più amate però non sono state spesso capaci di entrare in sintonia con il progetto di Dio, arrivando talora – scrive san Paolo – ad essere “arroganti, presuntuosi e insensati”. Gesù, che è via, verità e vita, ci istruisce sul dare valore ad ogni persona e occasione con la creatività e la fiducia dell’unico Padre.

don Paolo

Qui le letture: http://spl.ink/letture_18062017

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

11 giugno 2017 – Santissima Trinità (anno A)

Contemplare la fedeltà di Dio, che dalla divina paternità procede nella solidale umanità di Gesù e nella efficace presenza dello Spirito, è quanto ci propone oggi la liturgia, oltre il tempo pasquale e come premessa per riconoscere che il suo progetto abbraccia, pur nella diversità di persone e di avvenimenti, ogni epoca.

Dio viene incontro, attira, suscita stupore e si rivela a Mosè come l’infinito Presente, che conosce le sofferenze e le necessità e che coinvolge per dare futuro e vita. Gesù e lo Spirito completano la rivelazione con la visibilità e con la certezza che Dio non ritiene nessuno inadeguato o escluso.

don Paolo

Qui le letture: http://spl.ink/letture_11062017

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

4 giugno 2017 – Solennità di Pentecoste (anno A)

Ecco il giorno dello Spirito! Nella scia di Gesù, delle sue parole e dei suoi gesti, noi umilmente proseguiamo la sua presenza nel mondo, certi di una comunione incondizionata e ininterrotta: “il mondo non mi vedrà più, voi invece mi vedrete, perché io vivo e voi vivrete e saprete che io sono nel Padre e voi in me e io in voi”.

La Pentecoste non è un avvenimento circoscritto e passato, bensì un dono ricorrente e inesauribile nel cammino della Chiesa: lo Spirito sempre ci conferma, ci accompagna e ci precede. Nella splendida pienezza del tempo pasquale, imploriamo da Lui docilità e franchezza nel realizzare la missione che ci è affidata.

don Paolo

Qui le letture: http://spl.ink/letture_04062017

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

21 maggio 2017 – Sesta Domenica di Pasqua (anno A)

La Chiesa si raduna nella memoria di Gesù: intorno alla Parola e all’Eucaristia si ricreano senza fine legami di comunione secondo la volontà di Dio. Oggi in particolare, nella festa della comunità parrocchiale, siamo invitati a riconoscere un progetto divino che supera ampiamente il ritrovarci per abitudine o per comodità.

Nella gioia di una “famiglia di famiglie”, qual è anche questa parrocchia, il Signore ci garantisce la presenza del suo Spirito, che infonde pace e fiducia, istruisce la fede secondo gli insegnamenti ricevuti, ci aiuta a ricordare e a sperare mentre andiamo incontro al mondo, per portare e compiere in esso i desideri di Dio.

don Paolo

Qui le letture: http://spl.ink/letture_21052017

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

14 maggio 2017 – Quinta Domenica di Pasqua (anno A)

Chi mi ama veramente, conosce la mia parola e la mette in pratica… La parola che voi udite non viene da me, ma dal Padre che mi ha mandato”. La continuità tra il Padre, Gesù e noi è garantita dalla lieta e operosa fedeltà alla Parola, capace di generare legami profondi e duraturi senza trascurare nessuno e nulla.

La fede infatti è una convinta ubbidienza, che siamo chiamati ad esercitare “senza tante discussioni e senza lamentele”, all’imprevedibile novità del Vangelo: grazie al consenso offerto a Dio saremo utili alla vita di chi incontriamo. Ci conceda lo Spirito santo di rendere stabile la Parola in noi e noi nella Parola.

don Paolo

Qui le letture: http://spl.ink/letture_14052017

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
1 2 3 18