11 febbraio 2018 – Ultima Domenica dopo l’Epifania (anno B)

Il modo di pregare rivela la verità del rapporto con Dio e delle relazioni umane: un duplice esempio è offerto nella parabola che la liturgia ambrosiana ci propone alla vigilia della Quaresima. Nel Tempio, un uomo prega mettendo al centro se stesso mentre un altro riconosce il primato di Dio e invoca la sua grazia e fedeltà.

Ogni legame significativo si esprime nella reciprocità: anche la fede nasce dall’ascolto e dalla conoscenza progressiva del Signore e si esprime nella scelta di consegnare a Lui il nostro essere. La vera preghiera, libera da troppe parole, cresce nell’affidamento confidente e nell’intercessione per il bene comune.

don Paolo

Qui le letture: https://www.spl.ink/letture_11022018

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

4 febbraio 2018 – Penultima Domenica dopo l’Epifania (anno B)

“Il Vangelo della vita, gioia per il mondo”: l’annuncio che la Chiesa italiana vuole proclamare in questa giornata dedicata alla vita è illustrato splendidamente dalla pagina lucana del Vangelo che racconta l’audacia e l’umiltà di una donna che, avvicinandosi a Gesù, viene apprezzata e riportata alla serenità desiderata.

Con uno sguardo che, senza trascurare le certezze dell’Incarnazione, comincia a volgersi verso la novità pasquale, la divina Rivelazione oggi indica che la fede ha le sue radici nelle profondità dello spirito umano e che non può restare a lungo sottoposta ad atteggiamenti abituali e diffusi, ma insensati e disgreganti.

don Paolo

Qui le letture: https://www.spl.ink/letture_04022018

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

21 gennaio 2018 – Terza Domenica dopo l’Epifania (anno B)

Un altro frammento di Vangelo in cui è evidente come Gesù sappia stare con amore accanto a chi lo circonda, prendendo un’iniziativa che supera ogni attesa e che sorprende gli stessi discepoli. L’amore del Signore intuisce e provvede, offre in abbondanza tempo, parole e pane per alleviare ogni fatica e ridare vigore.

La nuova epifania raccontata dal testo di Matteo fa risaltare la cura meticolosa che il Signore ha nei confronti di ciascuno e che si esprime nel mettere a proprio agio, nel condividere il cibo e nell’indicare percorsi di valore. Con la convocazione all’Eucaristia, noi pure ci riconosciamo nella provvidenza del Padre.

don Paolo

Qui le letture: https://www.spl.ink/letture_21012018

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

14 gennaio 2018 – Seconda Domenica dopo l’Epifania (anno B)

In Dio ci sono sempre e solo inizi: questo ci invita a considerare oggi la liturgia, presentandoci, dopo quella dei Magi e del Battesimo nelle acque del Giordano, “l’epifania di Cana”. Il tempo e la missione di Gesù inizia con un dono inatteso di tenerezza e di gratuità, in cui si intrecciano la gloria del Padre e la gioia umana.

Ciò che il Signore concede non viene mai ritirato e non ha fine: accanto a Lui ogni vicenda, anche la più sofferta e misteriosa, diventa occasione di speranza e di attesa. Così il miracolo di Cana continua ad avvenire e nella normale pochezza delle nostre risorse si inserisce il suo dono, che sorprende e ricolma.

don Paolo

Qui le letture: https://www.spl.ink/letture_14012018

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

7 gennaio 2018 – Battesimo del Signore (anno B)

Dopo la rivelazione di Gesù come Messia per tutti preparata dal cammino dei Magi, ecco un’altra epifania, nella maturità umana del Nazareno, immerso con un’umanità fragile nelle acque del Giordano, seguita poco dopo dal terzo segno, inatteso e gratuito, dell’acqua mutata in vino buono ad una festa di nozze.

Le pagine dell’infanzia oggi lasciano già il posto alla narrazione della vita adulta di Gesù, in cui troviamo anche il suo invito a mantenerci in ogni età sciolti e disponibili come i bambini. La sua proposta chiede la libertà della fiducia e noi la vogliamo consapevolmente rinnovare al termine del tempo liturgico natalizio.

don Paolo

Qui le letture: http://spl.ink/letture_07012018

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

6 gennaio 2018 – Epifania del Signore (anno B)

“Alzati, rivestiti di luce… perché la gloria del Signore brilla sopra di te!” è l’imperativo bellissimo di Dio alla sua città e al suo popolo, che risuona oggi per noi, portato dalla voce di Isaia. Al di là delle nuvole della vita e di qualche disorientamento vissuto anche dai Magi, Dio si rivela e si lascia raggiungere.

Se Gesù ha aperto la via tra il cielo e la terra, l’evento dei Magi indica che tutte le strade dell’esperienza umana portano ad un incontro vero con Dio. I cristiani sanno che Dio non è riservato e si impegnano a vivere il mandato del Vangelo: “Andate dappertutto e a tutti annunciate la bella notizia dell’amore di Dio!”.

don Paolo

Qui le letture: http://spl.ink/letture_06012018

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

26 febbraio 2017 – Ultima Domenica dopo l’Epifania (anno A)

La certezza che, grazie alla paternità di Dio, ad ogni persona e ad ogni atto d’amore sarà dato il suo vero valore è la bella notizia che oggi la Parola di Dio ci trasmette. Siamo invitati così a superare ogni tipo di delusione o di tristezza che possiamo provare a causa dei nostri limiti o delle vicende della vita.

Pur riconoscendoci figli di Dio, infatti, possiamo restare estranei alla sua volontà benevola e incoraggiante. Entrare in chiesa è sempre come tornare a casa, dopo esserci allontanati: l’abbraccio che con gratuità qui riceviamo, portiamolo a tutti affinché l’unico Padre sia il centro prezioso e benedetto dei nostri rapporti.

don Paolo

Qui le letture: http://spl.ink/letture_26022017

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

19 febbraio 2017 – Penultima Domenica dopo l’Epifania (anno A)

Benevolenza e solidarietà sono le indimenticabili parole che la liturgia ambrosiana ci propone oggi, cominciando l’avvicinamento alla Quaresima. La benevolenza dell’amore che guida alla verità della vita appartiene a Dio: il Padre, mediante lo Spirito santo, la infonde in ciascuno di noi affinché la gioia sia condivisa.

Il riconoscerci abitati tutti dal limite, come Gesù indica, ci conduce a constatare come la solidarietà – e non l’accusa – sia l’atteggiamento capace di creare rapporti veri in ogni contesto sociale e anche lavorativo. Dal Signore pertanto invochiamo la grazia di discernere le ragioni dell’unità e la volontà di favorirle.

don Paolo

Qui le letture: http://spl.ink/letture_19022017

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

12 febbraio 2017 – Sesta Domenica dopo l’Epifania (anno A)

Come avvenne quel sabato nella sinagoga, così anche oggi Gesù riconosce che portiamo qualche segno di paralisi, di immobilità, di chiusura: facciamo fatica a stendere le mani per abbracciare, sorreggere, rialzare. La rigidità dei gesti viene dal profondo, dalla durezza del cuore, e da soli non riusciamo a scioglierci.

Affidandoci a Lui, potremo abbandonare le nostre logiche che sono diventate regole, dettate dalla paura e dal nostro egoismo. Gesù ci invita ad aprire le mani, a correre per amore, a considerare in ogni caso la possibilità del dono di sé: la gratuità della dedizione mostrerà infallibilmente lo spessore della fede.

don Paolo

Qui le letture: http://spl.ink/letture_12022017

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

5 febbraio 2017 – Quinta Domenica dopo l’Epifania (anno A)

“Va’, tuo figlio vive!”: la certezza che Gesù regala ad un padre angosciato tocca ogni esistenza e ci impegna a difenderla e a favorirla sempre e per tutti. La volontà del Creatore è il nostro compito principale, soprattutto dove la vita è più fragile e minacciata e richiede quindi una premura maggiore.

Il secondo dei sette miracoli, raccontati nel vangelo di Giovanni, è un dono di salute e di vita: nel compierlo Gesù si lamenta di quelli che cercano da Dio sempre segni e conferme. La fiducia, invece, non pretende e non critica ma si consegna lietamente: il Signore ci aiuti quindi a progredire verso una fede totale e gratuita.

don Paolo

Qui le letture: http://spl.ink/letture_04022017

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
1 2