17 Febbraio 2019 – Sesta Domenica dopo l’Epifania (anno C)

I segni della benevolenza di Dio, le sue epifanie, non hanno misure e ogni pagina di Vangelo ci racconta qualche particolare della sua sollecitudine a favore della nostra condizione. Il Signore si sintonizza immediatamente con la nostra esistenza, senza fare distinzione di origini o di vicende passate né di aridità fisiche o spirituali.

L’offerta di vita che Lui ci elargisce è sempre sorprendente, abbondante e gratuita, al punto che una reazione di meravigliata gratitudine appare inevitabile. Uno solo dei dieci beneficati però torna a lodare Dio e forse non sempre neppure noi. Così l’inquietante interrogativo di Gesù si prolunga nel tempo: “e gli altri nove, dove sono?”.

don Paolo

Qui le letture: https://spl.ink/letture_17022019

Per pregare insieme: TUTTO E’ DONO: GRAZIE, SIGNORE!

I tuoi benefici sono disponibili a tutti e ciascuno può riconoscerli nella sua esistenza. Tu che ti sei meravigliato che solo uno su dieci torni a ringraziare, libera la nostra preghiera da continue richieste o pretese e rendici ogni giorno capaci di gratitudine. PREGHIAMO:

Chi torna a ringraziare è un Samaritano, cioè uno straniero la cui religiosità era spesso giudicata imperfetta. Tu che non guardi quello che appare ma ciò che tu solo puoi conoscere, fa’ che la nostra fede sappia dare valore alla normalità della vita. PREGHIAMO:

Quante sere, pensandoci, dovremmo riconoscere con san Paolo che non abbiamo fatto il bene che potevamo ma, più o meno coscientemente, il nulla o il male. La nostra spiritualità sia guidata dal pensare e dal pregare e non dall’istinto e dal fare. PREGHIAMO:

Il passare del tempo logora il corpo ma favorisce lo spirito, rendendolo più attento e disponibile al tuo progetto di vita. Concedi luce ai nostri passi e felicità senza fine ad ALESSANDRO PIZZETTI, LUCIA BARONE, CELESTINA SUARDI e ad ogni defunto. PREGHIAMO:

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail