8 luglio 2018 – Settima Domenica dopo Pentecoste (anno B)

Aprire un giornale, ascoltare un notiziario, seguire un dibattito equivale spesso a lasciarsi coinvolgere in situazioni problematiche, complesse ed enormi. Anche fra i credenti si insinua, da sempre, la tentazione della “fuga dal mondo” cioè di estraniarsi dalla realtà, trascurando l’impegno della testimonianza e della speranza.

Questa scelta si pone però in aperto contrasto con la fede, che proclama il legame con Dio come affidabile e risolutivo: “né morte né vita, né autorità né potenze, né presente né futuro, né forze del cielo né forze della terra, niente e nessuno ci potrà strappare da quell’amore che Dio ci ha rivelato in Cristo Gesù, nostro Signore”.

don Paolo

Qui le letture: https://spl.ink/letture_08072018

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail