10 Febbraio 2019 – Quinta Domenica dopo l’Epifania (anno C)

“Ogni uomo è povero, bisognoso e indigente. Da quando nasciamo e in ogni fase e tappa della vita ciascuno di noi non riuscirà mai a liberarsi totalmente dal bisogno e dall’aiuto altrui… Il leale riconoscimento di questa verità ci invita a rimanere umili e a praticare con coraggio la solidarietà come virtù indispensabile all’esistenza”.

Così scrive papa Francesco per la giornata dedicata ai malati, che vivremo domani, gustando le parole di Gesù: “Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date!”. Ma il Vangelo anche oggi racconta di Gesù che prende a cuore e guarisce un pagano. Liberi da noi stessi, diventiamo a tempo pieno seminatori di consolazione e di speranza.

don Paolo

Qui le letture: https://spl.ink/letture_10022019

Per pregare insieme: MANTIENICI DEGNI DI TE, SIGNORE!

Nella supplica che il centurione ti rivolge per la salute del servo, comprendiamo come la fede non possa essere una scelta scontata ed episodica, ma un affidamento totale e costante. Non farci mancare il senso della grazia e la volontà di intercedere. PREGHIAMO:

Il viaggio apostolico compiuto in settimana da papa Francesco negli Emirati Arabi Uniti appartiene alle “sorprese di Dio”. Possa essere un ulteriore segno, chiaro e decisivo, che è possibile incontrarsi, rispettarsi e dialogare per tutelare valori comuni. PREGHIAMO:

“Sappiamo che la salute – scrive il Papa per la giornata del malato – è un bene che può essere goduto pienamente solo se è condiviso. La gioia del dono gratuito è l’indicatore di salute del cristiano”. Servendoti di noi, diffondi i segni del tuo amore. PREGHIAMO:

Maria dice all’angelo: “Avvenga per me secondo la tua parola” e Gesù al centurione: “Avvenga per te come hai creduto”. Con gli anni cresca in noi la fede e oltre la morte ANTONIA PIERRI, LUIGIA SCOTTI e tutti i defunti ricevano la vita promessa. PREGHIAMO:

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail