30 Giugno 2019 – Terza Domenica dopo Pentecoste (anno C)

Due coppie a confronto incontriamo oggi nelle pagine bibliche che ci sono proposte: Eva e Adamo e poi Maria e Giuseppe, la famiglia di Gesù. E’ evidente la differenza: il progetto divino trova accoglienza nella giovane madre di Nazareth e nell’uomo giusto al suo fianco mentre è frainteso e rifiutato dalla coppia posta al centro della creazione.

La pagina di san Paolo offre la chiave di lettura di questo confronto: l’indipendenza dalle indicazioni di Dio porta alla discordia nella relazione e alla rovina del progetto orientato alla gioia. L’ubbidienza alla chiamata ricevuta unisce, invece, oltre ogni sorpresa e difficoltà, la Vergine e lo sposo che fanno posto a Dio subito e totalmente.

don Paolo

Qui le letture: https://spl.ink/letture_30062019

Partecipiamo alla preghiera : IL BENE CI RENDA DECISI, SEMPRE !

All’inizio di ogni Eucaristia siamo invitati a riconoscere i nostri limiti e anche le colpe come punto di partenza di un sincero incontro con il Signore, che perdona e ricrea. Rendici saggiamente umili davanti a te, senza nasconderci o fuggire come Adamo. PREGHIAMO:

La condotta personale ha sempre un riflesso comunitario, nel bene e nel male: la fiducia e la fedeltà generano scelte virtuose, il disordine genera disgusto e distacco. Ogni membro della Chiesa si impegni ad edificare la famiglia e la comunità nel bene. PREGHIAMO:

Secondo la sua costante richiesta e in occasione della festa degli apostoli Pietro e Paolo, esprimiamo a papa Francesco affetto e stima per il suo impegnativo ministero a favore di una Chiesa che ascolti e realizzi i sentimenti e gli insegnamenti di Cristo. PREGHIAMO:

Le iniziative per i ragazzi e i giovani attuate nelle parrocchie, in estate come durante l’anno, siano condivise dalle famiglie e diventino stimoli al dialogo tra genitori e figli sui valori educativi e su uno stile cristiano alternativo rispetto al fare come si vuole. PREGHIAMO:

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail