24 Marzo 2019 – Terza Domenica di Quaresima (anno C)

La fede, come l’amore, crescono con la conoscenza: è difficile, infatti, legarsi ad un volto ignorato. Su questo insiste Gesù con i Giudei incontrati pure nel Tempio ma anche con noi che frequentiamo le Chiese. Non è sempre detto che la pratica religiosa abbia radici in una coscienza filiale quanto magari nella richiesta di protezione.

Il terzo tratto della Quaresima ambrosiana propone la paternità di Abramo a quanti desiderano entrare in familiarità con Dio. La chiamata inattesa ha trovato nell’antico Patriarca una risposta fiduciosa e perseverante, esemplare per ogni credente, il quale accoglie pienamente la divina proposta senza opporre nessuna condizione.

don Paolo

Qui le letture: https://spl.ink/letture_24032019

Partecipiamo alla preghiera: NON A NOI, MA A TE LA GLORIA !

La verità diventa sorgente della vera libertà – afferma Gesù – mediante un pacato percorso che esige affidamento, esercizio e umiltà. Rendici forti nella volontà e nella perseveranza di ascoltare la tua Parola, senza presumere di essere o di sapere già. PREGHIAMO:

Nella giornata mondiale in memoria del vescovo Romero e dei missionari martiri desideriamo che la voce dei profeti da te suscitati continui anche oggi ad inquietare il mondo e che la complicità dell’indifferenza non renda vana la loro testimonianza. PREGHIAMO:

I fidanzati che si preparano a vivere il matrimonio nel Sacramento, riconoscendo una provvidenza più grande del loro bene, proseguano insieme sulla via del Vangelo e cerchino prima di tutto la volontà del Padre a cui sono legate la gioia e la vera gloria. PREGHIAMO:

In famiglia, al lavoro e in ogni relazione disponici a portare la tua presenza e la benedizione promessa ad Abramo e all’intera umanità. Chi ha attraversato la vita nella fede, ANGELA CIRINO e AMEDEO BIANCHI, gustino nuovi e infiniti orizzonti. PREGHIAMO:

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail