17 giugno 2018 – Quarta Domenica dopo Pentecoste (anno B)

Alla luce della creazione di Dio, la vita è una festa dove ogni cosa è un particolare dell’insieme e tutto tende all’armonia. L’uomo non dovrebbe fare altro che scoprire il progetto e assecondarlo con l’apporto dei carismi personali. Purtroppo l’incapacità del dominio di sé altera il quadro e genera sospetto e disordine.

L’alternativa che cresce è quella che porta il nome di “peccato”, ossia un fine diverso da quello stabilito da Dio. Attraverso la parabola delle nozze, Gesù vuole metterci in guardia sia dal preferire le nostre piccole logiche agli inviti di Dio, sia da un partecipare che appare dettato dall’obbligo anziché motivato dalla gioia.

don Paolo

Qui le letture: https://spl.ink/letture_17062018

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail