7 Luglio 2019 – Quarta Domenica dopo Pentecoste (anno C)

“Custodire e coltivare” sono i compiti affidati all’uomo che riceve da Dio la creazione, il cosmo, la varietà delle specie naturali e la compagnia della donna, simile e diversa, per realizzare nell’insieme una fruttuosa armonia. L’autonomia e la distanza che l’uomo sceglie di tenere nei confronti di Dio immettono divisione e tristezza nel suo progetto.

Anche ogni fratello e ogni sorella sono donati a noi dall’unico Padre per averne cura e gioire insieme, ma le ragioni di contrasto diventano spesso più forti dei legami. La vicenda di Caino e Abele sembra essere tuttora senza fine, mentre la Parola di Dio rinnova oggi a ciascuno di noi l’invito a coltivare fiduciosamente l’amore fraterno.

don Paolo

Qui le letture: https://spl.ink/letture_07072019

Partecipiamo alla preghiera: LA FEDE CUSTODISCA OGNI LEGAME !

L’incontro con l’altro rende buona e bella la vita, ma la fragilità che porta alla rottura è sempre in agguato come l’esperienza insegna. Il contrasto, l’indifferenza, l’invidia penetrano anche nelle relazioni più importanti: insegnaci a custodire gli altri con noi. PREGHIAMO:

Anche le parole feriscono e talvolta uccidono: ciò che è mezzo di avvicinamento e di sintonia può essere rivolto contro. Liberaci dall’ira e fa’ che parole e gesti, ispirati dalla fede, sappiano avviare sentieri di comprensione e di benevolenza graditi a te. PREGHIAMO:

In ogni celebrazione eucaristica si prega anche per altri e si portano all’altare doni nei quali poi si realizza la tua Presenza reale tra noi. Questo avvenga per noi anche fuori di chiesa, ascoltando, intercedendo e restando disponibili con sincera gratuità. PREGHIAMO:

“Chi si avvicina a Dio, deve credere che esiste e ricompensa coloro che lo cercano”: desideriamo che tu illumini i nostri parenti e amici non credenti, sostenga chi è scoraggiato e perseguitato e tenga accanto a te FRANCA BIONDAN e tutti i defunti. PREGHIAMO:

Partecipiamo alla preghiera: LA FEDE CUSTODISCA OGNI LEGAME !

L’incontro con l’altro rende buona e bella la vita, ma la fragilità che porta alla rottura è sempre in agguato come l’esperienza insegna. Il contrasto, l’indifferenza, l’invidia penetrano anche nelle relazioni più importanti: insegnaci a custodire gli altri con noi. PREGHIAMO:

Anche le parole feriscono e talvolta uccidono: ciò che è mezzo di avvicinamento e di sintonia può essere rivolto contro. Liberaci dall’ira e fa’ che parole e gesti, ispirati dalla fede, sappiano avviare sentieri di comprensione e di benevolenza graditi a te. PREGHIAMO:

In ogni celebrazione eucaristica si prega anche per altri e si portano all’altare doni nei quali poi si realizza la tua Presenza reale tra noi. Questo avvenga per noi anche fuori di chiesa, ascoltando, intercedendo e restando disponibili con sincera gratuità. PREGHIAMO:

“Chi si avvicina a Dio, deve credere che esiste e ricompensa coloro che lo cercano”: desideriamo che tu illumini i nostri parenti e amici non credenti, sostenga chi è scoraggiato e perseguitato e tenga accanto a te FRANCA BIONDAN e tutti i defunti. PREGHIAMO:

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail