18 novembre 2018 – Prima Domenica di Avvento (anno C)

La fine di un ordine di cose crea spazio per un nuovo inizio, sembra dirci oggi la Parola stimolando la nostra fiducia attraverso immagini severe. Questo accade anche nella vicenda spirituale, quando assistiamo al crollo delle nostre presunzioni e al sorgere di altri orizzonti che Dio spalanca e sostiene con una fedeltà assolutamente affidabile.

Come non può esistere un Cristianesimo senza riferimento a Dio e ai poveri, così sono incompatibili molti dei nostri atteggiamenti verso quegli “ultimi” che Dio considera “primi”. L’Avvento sollecita uno sguardo largo sulla vita, in cui la luce dissolva le ombre e dove ciò che è stato trascurato riesca ad ottenere il suo effettivo valore.

don Paolo

Qui le letture: https://spl.ink/letture_18112018

Per pregare insieme

CON TE, SIGNORE, OPEROSI E SERENI!

Tutto può accadere, come di fatto la storia racconta, ma ogni circostanza, anche la più dolorosa, provoca una testimonianza positiva e una perseveranza fiduciosa nello stile indicato e vissuto da Gesù. Rendi noi cristiani capaci di atteggiamenti profetici. PREGHIAMO.

“Fatevi imitatori di Dio e camminate nella carità” raccomanda san Paolo ad ogni credente. La carità non è l’elemosina, ma “un’attenzione d’amore che onora l’altro come persona e cerca il suo bene”. Liberaci da giudizi e scelte lontane dal Vangelo. PREGHIAMO.

Tra volti accoglienti e porte chiuse, girerà di casa in casa in queste settimane la bella notizia del nostro Dio che si cala nella storia. Sostieni i visitatori nel loro apostolato e rendi i cristiani di questa comunità illuminati dalla fede e contenti di condividerla. PREGHIAMO.

“Il giorno del Signore” metterà in luce il valore e il gusto di un’esistenza generosa e fedele. Affidandoti MARIA LUISA COLOMBO, VIRGINIO BRASCHI, GIOVANNA BERTOLINI e i defunti a noi cari, aiutaci ogni giorno a vivere in modo gradito a te. PREGHIAMO.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail