16 dicembre 2018 – Quinta Domenica di Avvento (anno C)

Forse è una delle immagini più belle quella che il Vangelo propone nella persona di Giovanni, il Precursore di Gesù: essere “l’amico dello Sposo”. Gli amici, quelli che possono essere definiti tali, sono preziosi sempre ma in alcuni momenti ancora di più.

L’amico è colui che è in sintonia e che prepara ogni particolare con la massima cura. Questo legame con il Signore è orientato a consolidarsi col tempo: Lui infatti – come afferma il Battezzatore – deve crescere, diventando il primo e il centro, e noi invece metterci a fianco e sempre a disposizione. La gioia dell’amico è di servire e realizzare le attese, sapendo di godere piena fiducia e volendo impiegarla nel modo migliore.

don Paolo

Qui le letture: https://spl.ink/letture_16122018

Per pregare insieme: VIENI, SIGNORE, E CRESCI IN NOI!

“L’amico dello Sposo, che è presente e lo ascolta, esulta di gioia alla voce dello Sposo”: questa l’esperienza interiore di Giovanni Battista dinanzi a Gesù. Concedi ad ogni credente di gustare la Parola e la Presenza di Colui che è e dona luce e
amore. PREGHIAMO.

Erano soliti chiamare Gesù anche “maestro” perché – come dice Isaia – la sua parola indica il cammino da fare: “questa è la strada, percorretela!”. Nessuno di noi tenti mai una riduzione, un’alternativa o un’opposizione rispetto alla proposta del Vangelo. PREGHIAMO.

Non chiudersi nelle proprie idee religiose ma esprimere il primato di Cristo con le scelte e con le ragioni della fede, disporsi con gioia a servire “a causa di Gesù” e non perdersi d’animo nelle contrarietà. Il programma di san Paolo diventi anche il
nostro. PREGHIAMO.

La superiorità di Gesù, che viene dal cielo, spegne ogni rivalità, ma tuttora non mancano attriti tra gruppi di cristiani. Concedi di riconoscere i carismi altrui, di lodare per loro il tuo nome e dona beatitudine eterna a GIOVANNA RIVA e ai defunti. PREGHIAMO.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail