I Mercoledì della Parola

… la Parola, pur recando in sé la realtà stessa di Dio, non cessa di essere una realtà storica, un segno umano di Dio. La sua efficacia si manifesta nel suscitare, interpretare, purifìcare, salvare la vicenda storica della libertà umana … (C.M. Martini – In principio la Parola; n.8)

L’ascolto della Parola nella celebrazione eucaristica domenicale può e deve generare delle forme semplici, ma intense e significative, di comunicazione nella fede… si tratta dell’appuntamento settimanale più importante per i cristiani; preparato e atteso… esso si rivela sempre in grado di rigenerare la comunicazione tra noi alla luce dei pensieri e della logica di Dio, rivelataci nelle pagine che vengono proclamate nella liturgia. (C.M. Martini – Effatà, apriti; n.59)

L’ignoranza delle Scritture, infatti, è ignoranza di Cristo. I fedeli si accostino volentieri al sacro testo, sia per mezzo della sacra liturgia, che è impregnata di parole divine, sia mediante la pia lettura, ricordandosi, però, che la lettura della sacra Scrittura dev’essere accompagnata dalla preghiera, affinché si stabilisca il dialogo tra Dio e l’uomo; poiché quando preghiamo, parliamo con lui; lui ascoltiamo, quando leggiamo gli oracoli divini. (Dei Verbum, n.25)

Da ottobre a giugno, ogni mercoledì, dalle 21 alle 22, presso la Sala della Parola di Piazza S.Apollinare, 1
(si entra dal cortile della chiesa e si va nel portico di destra)

Preghiera, Ascolto, Riflessione, Comunicazione nella fede
sulle Letture della Messa domenicale

E’ una proposta aperta a tutta la comunità per alimentare il cammino di fede