25 giugno 2017 – Terza Domenica dopo Pentecoste (anno A)

Potrebbe ma non vuole fare da solo, Dio: infatti intende l’uomo non solo come destinatario ma come collaboratore della sua opera. Egli desidera affidargliela, affinché il suo agire – sintetizzato nel compito di custodire e di coltivare – sia nella luce della verità e progredisca con le stesse intenzioni e modalità del Creatore.

La visibilità di Gesù e il dono dello Spirito sono decisivi per realizzare il progetto avviato dal Padre: “Dio – rivela Gesù a Nicodemo – ha mandato il Figlio perché il mondo sia salvato per mezzo di lui”. Un totale affidamento a Dio nella conoscenza del bene e del male generi buoni frutti dall’albero della nostra vita.

don Paolo

Qui le letture: http://spl.ink/letture_25062017

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

18 giugno 2017 – Seconda Domenica dopo Pentecoste (anno A)

Il sapiente Siracide, poco tempo prima di Cristo, rilegge il disegno creativo di Dio e il rilievo dato all’essere umano, testimone e beneficiario delle sue meraviglie: “Discernimento, lingua, occhi, orecchi e cuore diede loro per pensare. Li riempì di scienza e di intelligenza e mostrò loro sia il bene che il male”.

Le creature più amate però non sono state spesso capaci di entrare in sintonia con il progetto di Dio, arrivando talora – scrive san Paolo – ad essere “arroganti, presuntuosi e insensati”. Gesù, che è via, verità e vita, ci istruisce sul dare valore ad ogni persona e occasione con la creatività e la fiducia dell’unico Padre.

don Paolo

Qui le letture: http://spl.ink/letture_18062017

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

11 giugno 2017 – Santissima Trinità (anno A)

Contemplare la fedeltà di Dio, che dalla divina paternità procede nella solidale umanità di Gesù e nella efficace presenza dello Spirito, è quanto ci propone oggi la liturgia, oltre il tempo pasquale e come premessa per riconoscere che il suo progetto abbraccia, pur nella diversità di persone e di avvenimenti, ogni epoca.

Dio viene incontro, attira, suscita stupore e si rivela a Mosè come l’infinito Presente, che conosce le sofferenze e le necessità e che coinvolge per dare futuro e vita. Gesù e lo Spirito completano la rivelazione con la visibilità e con la certezza che Dio non ritiene nessuno inadeguato o escluso.

don Paolo

Qui le letture: http://spl.ink/letture_11062017

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

4 giugno 2017 – Solennità di Pentecoste (anno A)

Ecco il giorno dello Spirito! Nella scia di Gesù, delle sue parole e dei suoi gesti, noi umilmente proseguiamo la sua presenza nel mondo, certi di una comunione incondizionata e ininterrotta: “il mondo non mi vedrà più, voi invece mi vedrete, perché io vivo e voi vivrete e saprete che io sono nel Padre e voi in me e io in voi”.

La Pentecoste non è un avvenimento circoscritto e passato, bensì un dono ricorrente e inesauribile nel cammino della Chiesa: lo Spirito sempre ci conferma, ci accompagna e ci precede. Nella splendida pienezza del tempo pasquale, imploriamo da Lui docilità e franchezza nel realizzare la missione che ci è affidata.

don Paolo

Qui le letture: http://spl.ink/letture_04062017

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

28 maggio 2017 – Settima Domenica di Pasqua (anno A)

Compiuta l’ascensione del Signore Gesù, si apre il tempo – tuttora in corso – della testimonianza, nella certezza che Lui è fedele alla promessa di accompagnarci ogni giorno, fino al suo ritorno. Il Risorto, vivente per sempre, cammina realmente accanto a noi come con i due discepoli delusi che tornavano a casa.

Egli ci trasmette fiduciosamente desideri di futuro e di pienezza e quel Pane della vita, l’Eucaristia, che ci sostiene nella debolezza e che ci rende degni e capaci di proseguire la missione che è sua. “Non perdiamoci d’animo – raccomanda perciò san Paolo – ma annunciamo e serviamo Gesù”, con gioia e in ogni occasione.

don Paolo

Qui le letture: http://spl.ink/letture_28052017

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

21 maggio 2017 – Sesta Domenica di Pasqua (anno A)

La Chiesa si raduna nella memoria di Gesù: intorno alla Parola e all’Eucaristia si ricreano senza fine legami di comunione secondo la volontà di Dio. Oggi in particolare, nella festa della comunità parrocchiale, siamo invitati a riconoscere un progetto divino che supera ampiamente il ritrovarci per abitudine o per comodità.

Nella gioia di una “famiglia di famiglie”, qual è anche questa parrocchia, il Signore ci garantisce la presenza del suo Spirito, che infonde pace e fiducia, istruisce la fede secondo gli insegnamenti ricevuti, ci aiuta a ricordare e a sperare mentre andiamo incontro al mondo, per portare e compiere in esso i desideri di Dio.

don Paolo

Qui le letture: http://spl.ink/letture_21052017

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

14 maggio 2017 – Quinta Domenica di Pasqua (anno A)

Chi mi ama veramente, conosce la mia parola e la mette in pratica… La parola che voi udite non viene da me, ma dal Padre che mi ha mandato”. La continuità tra il Padre, Gesù e noi è garantita dalla lieta e operosa fedeltà alla Parola, capace di generare legami profondi e duraturi senza trascurare nessuno e nulla.

La fede infatti è una convinta ubbidienza, che siamo chiamati ad esercitare “senza tante discussioni e senza lamentele”, all’imprevedibile novità del Vangelo: grazie al consenso offerto a Dio saremo utili alla vita di chi incontriamo. Ci conceda lo Spirito santo di rendere stabile la Parola in noi e noi nella Parola.

don Paolo

Qui le letture: http://spl.ink/letture_14052017

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Comunicazione di servizio

Il sito della Diocesi di Milano è stato recentemente sottoposto a un intervento di ristrutturazione tecnica che ha purtroppo reso inservibili i link alle letture festive fin qui utilizzati. Di conseguenza, cliccando su “Qui le letture” dei precedenti post si viene indirizzati a pagine non trovate.

Per consultare le letture delle precedenti festività cliccare su http://www.chiesadimilano.it/letture-rito-ambrosiano e selezionare dal calendario posto a destra della pagina la data desiderata.

Ci scusiamo per il disagio, dovuto a scelte tecniche non dipendenti dalla nostra volontà.

La Redazione

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

7 maggio 2017 – Quarta Domenica di Pasqua (anno A)

Un vero discepolo si propone non solo di contemplare, ma di imitare Gesù, ossia di attraversare la vita come Lui, di condividere il suo pensiero, i suoi sentimenti e la sua sollecitudine per quanti gli sono affidati. Il cristiano autentico vive nell’offerta di sé, costante ma sempre nuova, per amore e senza condizioni.

Siamo così portati a considerare la nostra vocazione – data a ciascuno di noi da Dio insieme alla vita – alla luce dell’esempio di Gesù, il pastore bello che si offre totalmente e a cui la vita è restituita. Vogliamo ispirarci a Lui per rinnovare la stupenda esperienza di avere cura dei fratelli, sapendoci custoditi dal Padre.

don Paolo

Qui le letture: http://spl.ink/letture_07052017

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
1 2 3 4 5 51