6 Giugno 2021 – Seconda Domenica dopo Pentecoste (anno B)

La Parola di Dio non ci raggiunge mai per caso e certamente ce ne siamo già accorti lungo i sentieri, talora impervi, della fede. Anche oggi probabilmente sarà così perché mentre stiamo lentamente allontanandoci da una lunga sosta dovuta ad un’anomalia imprevista e tenace, siamo invitati a riconoscere e a benedire il dono della vita e Colui che cura ciò che ha creato.
“Nel tuo cuore, figlio mio, tieni conto delle mie parole” consiglia il saggio Siracide a nome del generoso Donatore di ogni cosa. Le istruzioni e le certezze per vivere serenamente non ci mancano, anche attraverso ciò che gli occhi vedono, come i corvi e i gigli di cui parla Gesù. Ci conviene restare umili e dare retta a Dio, giusto e provvidente, con fiduciosa gratitudine.

don Paolo

Qui le letture

Partecipiamo alla preghiera dicendo: LA TUA PAROLA SEMPRE PRIMA !

Il lungo e incerto tempo della pandemia può aver messo in discussione il valore della vita. Anche i credenti hanno avuto i loro giorni di smarrimento. Oggi Gesù ci rianima dicendoci: Quanto più di tutto valete voi! Quanto Dio fa e farà per voi! Liberaci dalla nostra poca fede. PREGHIAMO:

Dio ci ha regalato il libro della creazione con scenari magnifici e misteri ordinati, come dice il Siracide, eppure gli uomini vi hanno portato disordine, sfruttamento, violenza. Aiutaci a comprendere che la custodia della terra, nostra casa comune, è parte integrante della fede. PREGHIAMO:

Il Creatore ci ha dato un secondo grande libro, quello della Rivelazione e della Sapienza per la vita. Libro indispensabile per non sciupare sentimenti, persone e anni. Cercare il fine di noi stessi e di ogni cosa sia la nostra prima e instancabile cura, a partire dalla tua Parola. PREGHIAMO:

“Io non mi vergogno del Vangelo, perché è potenza e giustizia di Dio” diceva poco fa san Paolo. Se la fede, la speranza e il bene gratuito avranno radici e ali in te e non in noi saranno inesauribili. Accogli accanto a te WALTER SARTIRANA e chi è stato generoso. PREGHIAMO:

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

03 Giugno 2021 – Corpus Domini

Qui le letture

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

30 Maggio 2021 – Santissima Trinità (anno B)

Compiuta la missione di rivelare la volontà e l’opera del Padre, essendo Gesù risorto e ritornato al Cielo, avvenuta l’effusione dello Spirito santo sulla comunità degli Apostoli inviata nel mondo, oggi la Chiesa ci invita a considerare – in chiave unitaria e trinitaria – i diversi particolari che abbiamo scorto e celebrato nella successione delle domeniche liturgiche.

Emergono così le caratteristiche dell’amore di Dio per l’intera umanità e in primo luogo la stima e la fedeltà: veramente Dio ha sempre voluto costruire la storia insieme agli uomini, mai senza di loro e tanto meno rinunciando a causa della loro indifferenza. Sentiamoci dunque pienamente desiderati e invitati a contemplare il progetto e a collaborarvi con stupore e gioia.

don Paolo

Qui le letture

Partecipiamo alla preghiera dicendo: TIENICI SEMPRE NELLA TUA MANO !

Dio, Trinità d’amore, genera una storia di salvezza che procede gradualmente, nella fedeltà e con paziente tenacia, che ci riguarda e coinvolge, alla quale però rischiamo di restare estranei ed inerti. Donaci una contemplazione capace di grandi orizzonti e di piena fiducia. PREGHIAMO:

Benché il progetto venga dal Padre, la visibilità si compie nella vita umana del Figlio e la possibilità di partecipare ci è elargita con il dono dello Spirito. Concedici di accrescere, progredendo nella fede, la relazione personale con ciascuna delle tre divine Persone. PREGHIAMO:

Ringraziandoti per i lieti anniversari di Matrimonio che in questo anno si compiono, ogni coppia e famiglia sappia attingere dalle parole e dallo stile del Vangelo quella vivacità che rende i legami liberamente stabiliti sempre desiderati e benedetti con il passare del tempo. PREGHIAMO:

La comunione e l’armonia della santa Trinità, nel cui abbraccio siamo immersi fin dal Battesimo, alimentino in noi il primato della spiritualità e la dedizione ai deboli e ai poveri. Il bene sincero condiviso ci mantenga uniti ad ENRICO COLOMBO e ai defunti beati in Dio. PREGHIAMO:


Sabato 29 Maggio alle 18 sono stati ricordati gli anniversari significativi di matrimonio

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

23 Maggio 2021 – Domenica di Pentecoste (anno B)

Per un’innata tendenza l’umanità procede verso la divisione: infatti è più facile cogliere le differenze e i limiti anziché le sintonie e i pregi. Il libro delle origini, la Genesi, attesta il distacco degli uomini da Dio e anche tra loro. Emblematica è l’icona della costruzione della torre di Babele, pensata come simbolo di indipendenza e divenuta sorgente di dispersione.

Il progetto di Dio tende invece sempre ad unire: solo attraverso sapienti alleanze infatti la vita può raggiungere la sua pienezza. Nella dedizione di Gesù e nella creatività dello Spirito in un’infinita Pentecoste, ogni persona constata – attraverso i carismi personali e la tenace ricerca del bene comune – la grande dignità ricevuta e la straordinaria bellezza dei legami.

don Paolo

Qui le letture

Partecipiamo alla preghiera dicendo: IL TUO SPIRITO IN NOI E NOI IN LUI !

“Non vi lascerò orfani: verrò da voi” assicura Gesù, promettendo lo Spirito della verità che continuerà a tenere unite la sua e le nostre vite carismatiche ma orientate al bene comune. Liberaci da ogni tentazione che ci porta a vivere per noi stessi e a preferire l’individualismo. PREGHIAMO:

Pentecoste è “festa delle genti” riunite dal progetto del Padre, dall’esempio del Figlio e dal dono dello Spirito. La nostra comunità cresca nell’accoglienza, nella solidarietà e nella stima reciproca, considerando una benedizione e una risorsa sorelle e fratelli di altri continenti. PREGHIAMO:

Venga il tuo Spirito e doni pace ad Ebrei e Palestinesi e ad ogni popolo diviso in se stesso o in conflitto con altri. Venga il tuo Spirito e porti salute e nuova serenità nel mondo malato e irrequieto. Venga il tuo Spirito e conceda a tutti il diritto di vivere con fraterna dignità. PREGHIAMO:

MARGARITA e STEVEN che ricevono nel Battesimo il tuo Spirito scoprano presto la sua vivacità e sapienza; i genitori e gli educatori siano capaci di discernimento a favore dei figli e discepoli; CLORINDA RUGGERI e i defunti partecipino nello Spirito alla felicità eterna. PREGHIAMO:

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

16 Maggio 2021 – Settima Domenica dopo Pasqua (anno B)

Festa della comunità
50° anniversario di ordinazione presbiteriale di Don Vittorio Ventura

Il Signore è asceso al Padre ma non ci ha lasciati: ne siamo certi per il bene che ci ha donato e per le promesse che ci ha fatto, prima fra tutte quella di volerci sempre con Lui per godere e contemplare lo splendore del Padre e la sapienza del suo progetto. Nel lasciarci ci ha affidato la sua Chiesa, “colonna e sostegno della verità”, e al suo centro l’amore che è vita
per tutti.

Essere veri cristiani nel mondo richiede un discernimento ininterrotto e il coraggio di decisioni che restino ferme, pur nel susseguirsi imprevedibile delle situazioni. La richiesta che Gesù rivolge al Padre per noi, suoi amici e discepoli, – “Consacrali nella verità. La tua Parola è verità” – esprime l’esigenza di stabilità e insieme di elasticità dinanzi a scenari sempre inediti.

don Paolo

Qui le letture

Partecipiamo alla preghiera dicendo: IL VANGELO CI RENDA CORAGGIOSI !

La tentazione di essere come gli altri, di evitare le differenze, assale anche i cristiani e Gesù lo sa bene: per questo prega il Padre affinché essi sappiano mantenere la loro identità e siano convinti e perseveranti nel realizzare la Parola di verità. Avvenga così anche per noi. PREGHIAMO:

Siamo in festa oggi con don Vittorio, sacerdote da 50 anni, e per la graduale ripresa del ritrovarci insieme. Tra noi e in ogni parrocchia crescano vocazioni religiose, collaboratori, volontari e persone liete di essere utili. Accresci in noi la gioia di servire senza calcolare. PREGHIAMO:

Accanto a noi vivono anche persone che hanno abbandonato la fede come cammino e, forse deluse, si sono arenate. Tra loro tutti ne conosciamo diverse. Infondici il coraggio di cercarle, di ascoltarle e di stare loro accanto nel proseguire la ricerca di una fede pensata. PREGHIAMO:

Donaci saggezza e sobrietà usando il cellulare, il computer e la televisione; rendici attenti a cercare e a diffondere quello che è bello e giusto e a non trascurare mai chi è triste e solo. Avvolgi nel tuo infinito amore MARIO MARINO, TERESA CHIANTELLI e tutti i nostri defunti. PREGHIAMO:

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

13 Maggio 2021 – Ascensione del Signore (anno B)

Qui le letture

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

9 Maggio 2021 – Sesta Domenica di Pasqua (anno B)

Lo sguardo al tempo “dopo Gesù” e l’impegno ad affrontarlo con consapevolezza e fiducia caratterizzano queste domeniche che circondano le solennità dell’ascensione del Signore e della Pentecoste. La missione della Chiesa, nella quale siamo tutti coinvolti, si compie fin dagli inizi essenzialmente per rivelazione e per grazia, attraverso il dono dello Spirito.

Il progetto di Dio, che si esprime visibilmente in Gesù e nei doni e nei frutti straordinari dello Spirito, si realizza in infinite storie edificate dal suo amore previdente e provvidente. Nelle pagine bibliche è san Paolo stesso che oggi ricorda e racconta quanto il Signore ha compiuto in lui e per mezzo suo, offrendo così, in prima persona, un riferimento utile anche a noi.

don Paolo

Qui le letture

Partecipiamo alla preghiera dicendo: LA TUA GRAZIA CI TROVI APERTI !

Gesù raccomanda un’incisiva testimonianza perché rileva una profonda estraneità: “vi scacceranno e vi uccideranno perché non hanno conosciuto né il Padre né me”. Potremo essere credibili solo se preparati con un attento ascolto. Donaci volontà e perseveranza. PREGHIAMO:

San Paolo porta a pensare a quanto la grazia di Dio fatichi a trovare docilità a causa delle nostre abitudini e resistenze alle sue ispirazioni. Ricordaci di invocare più spesso lo Spirito santo affinché ci mostri la via del vero, del giusto e del buono nei discernimenti necessari. PREGHIAMO:

Il nostro Dio non atterra per umiliare, ma abbassa per innalzare: così racconta l’apostolo afferrato da Cristo sulla via di Damasco, che si sente dire “ti sono apparso per costituirti ministro e testimone”. Aiutaci ad essere sempre degni della fiducia che tu manifesti a noi. PREGHIAMO:

Chi crede annuncia la speranza che ha ricevuto affinché raggiunga e pervada ogni donna e ogni uomo. Dona forza ai malati e a chi vive ai margini, sostieni disoccupati e scoraggiati e ammetti nella beata eternità SERGIO CERASOLI, FILOMENA LOVINO e tutti i defunti. PREGHIAMO:

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Confermazione degli Adulti – 8 Maggio 2021

Oggi alle 18 don Walter Cazzaniga ha conferito il sacramento della Confermazione a 19 adulti.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

2 Maggio 2021 – Quinta Domenica di Pasqua (anno B)

Nel corso della vita di ciascuno di noi scoccano di tanto in tanto delle ore speciali, decisive o travagliate, inattese o previste, che occorre affrontare con lucidità e lungimiranza. Il quarto Vangelo oggi ci fa contemplare Gesù al culmine dell’esperienza terrena, in quell’ “ora che è venuta” e che Egli vuole vivere, come le altre, in sintonia con il Padre e con i suoi discepoli.

Gesù desidera completare la sua missione in piena obbedienza con Colui che lo ha mandato, manifestando la sua paternità e riconsegnando a Lui quelli che hanno accolto l’annuncio del Regno di Dio e continueranno a diffonderlo. Restando tra la gente, servendo e amandola intensamente, i cristiani non potranno mai rinunciare alla loro identità e differenza.

don Paolo

Qui le letture

Partecipiamo alla preghiera dicendo: NOI, NEL MONDO MA NON DEL MONDO !

La gloria e il potere cui accenna Gesù nel Vangelo e che desidera trasmettere ai suoi discepoli e amici consistono nella capacità di amare senza condizioni, senza ricambio e senza misura. Ogni nostra ora sia orientata a rendere grazie e testimonianza al Padre. PREGHIAMO:

“Noi abbiamo ricevuto lo Spirito di Dio per conoscere ciò che ci ha donato”, ricorda l’apostolo ad ogni cristiano. Anche a noi è quindi proposta quella sapienza che trova nella Parola e nella fede le sue ragioni e che va controcorrente rispetto a tante opinioni diffuse. PREGHIAMO:

“Affinché politici, banchieri, imprenditori, lavoratori, ricchi, poveri, cattolici e di ogni credo, maturino la coscienza di rispondere a Dio delle proprie scelte – scrive l’Arcivescovo per il primo Maggio – e per la conversione di chi arricchisce impoverendo altri e rovinando vite ma anche per coloro che nel lavoro hanno trovato la morte anziché le risorse per vivere,
PREGHIAMO”:

A Maria, Sede della Sapienza, affidiamo in questo mese tutti i malati, chi fa fatica a credere e a sperare, i cristiani perseguitati e la pace nel mondo. Apra le porte del Cielo a GIUSEPPE ANGIONI, LUIGI LAMBERTICO, ANTONIA FERRARI, SANTA BRIGUGLIO e a tutti i defunti. PREGHIAMO:

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

25 Aprile 2021 – Quarta Domenica di Pasqua (anno B)

“Sii di esempio ai fedeli, non trascurare il dono che è in te, abbi cura di ogni cosa, dèdicati, vigila e persevera”: questa serie di esortazioni rivolte dall’apostolo Paolo ad uno dei suoi più stretti collaboratori offre la misura delle esigenze di ogni autentico cammino spirituale i cui benefici influssi riguardano anche la qualità della vita cristiana, personale e comunitaria.

Invitati oggi a meditare sulla “vita come vocazione” per riconoscere la chiamata ricevuta a favore anche della vita di altri, vogliamo ammettere – senza scuse – di poterci impegnare di più nel condividere il gusto e le ragioni del Vangelo, rendendo fruttuosi i doni di cui il Signore ci ha dotato. Solo nell’offerta di sé, infatti, il credente raggiunge la sua finalità più vera.

don Paolo

Qui le letture

Partecipiamo alla preghiera dicendo: SIA UTILE AD ALTRI LA NOSTRA FEDE !

Il cammino della fede non può essere forzato, perché chi non è convinto appena può abbandona la proposta. Aiutaci a rinnovare il nostro personale modo di essere cristiani, ascoltando, conoscendo e scegliendo Gesù, guida umile e assoluta per gustare la vita. PREGHIAMO:

A Timoteo, caro discepolo, san Paolo rivolge una paterna raccomandazione: “Veglia su te stesso e sulle tue parole, sii costante e così ti salverai insieme a quelli che ti ascoltano”. Accogliamo questo consiglio che ci ricorda la responsabilità anche per la fede degli altri. PREGHIAMO:

“Il Signore desidera plasmare cuori di padri e di madri: cuori aperti, capaci di grandi slanci, generosi nel donarsi, compassionevoli nel consolare e saldi nel rafforzare”, scrive il Papa per la giornata delle vocazioni. Possa ognuno di noi lasciarsi trasformare dal suo volere. PREGHIAMO:

Nulla e nessuno potrà strapparci dalla voce, dalla mano e dalla vita di Gesù e del Padre. Concedi il dono della fede e della salute a quanti non l’hanno e accogli nell’eternità beata GIORGIO DAELLI, LUIGI DECIO, DANIELE ROVERONI, CORNELIA CASATI e tutti i defunti. PREGHIAMO:

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
1 2 3 6