29 Marzo 2020 – V Domenica di Quaresima (Anno A) – “di Lazzaro”

La prima parte del vangelo di Giovanni è chiamata dagli studiosi “il libro dei segni”, ossia di
quelli che comunemente noi chiamiamo ‘miracoli’. Sono sette, da quello di Cana a quello di
Betania, della rianimazione di Lazzaro, che oggi ci viene provvidenzialmente offerto ancora
una volta per ravvivare la nostra speranza in questi tempi così sofferti e imprevedibili.

Questa e ogni pagina di Vangelo ci invita a guardare oltre i nostri campi visivi ristretti: Dio
agisce diversamente ma fa di più di quello che noi ci aspettiamo! Egli difende – come padre e
madre – ognuno di quelli che ha amato e creato e porterà a compimento, cioè a perfezione,
in ciascuno la sua opera, che può comunque essere travolta dagli eventi.

don Paolo

Scarica qui l’omelia di don Paolo

Partecipiamo alla preghiera dicendo:
RIDONACI IL GUSTO DI VIVERE, SIGNORE !

La morte non è il capolinea della fragilità e della vita, ma il varco alla gloria di Dio, vero
traguardo dell’uomo. Rendici veri credenti, poiché l’accusa di insensibilità rivolta a Dio è in
aperto contrasto con la sua richiesta: avete fiducia che io sono risurrezione e vita?
PREGHIAMO:

“Per grazia siete salvati” non si stanca di affermare san Paolo. La grazia, anche aiutando a
resistere al male, illumina il senso del vivere, non facile da raggiungere e da coltivare. Le
nostre scelte siano conformi all’iniziativa divina piuttosto che alle nostre valutazioni.
PREGHIAMO:

“E’ il tempo di reimpostare la rotta della vita verso di te e verso gli altri, guardando a tanti
compagni di viaggio esemplari, che nella paura hanno reagito donando la propria vita”.
L’esortazione del Papa ci stimoli a prepararci alla Pasqua con ideali più coraggiosi.
PREGHIAMO:

Insieme al tema della salute, emergono impegnative questioni economiche legate al
mondo del lavoro e alla vita ordinaria. Tra tutti i popoli “che sono sulla stessa barca” cresca
il senso della solidarietà così che nessuno debba soffrire per gli egoismi di altri.
PREGHIAMO:

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

13 Ottobre 2019 – Settima Domenica dopo il Martirio di San Giovanni il Precursore (anno C)

Qui le letture.

Partecipiamo alla preghiera dicendo:

DONACI FEDE E SPERANZA, SIGNORE !  

  • Per la Chiesa, impegnata in questi giorni con il Sinodo per l’Amazzonia: attenta ai segni dei tempi, sappia affrontare con saggezza e coraggio le complesse domande dei nostri tempi. PREGHIAMO:
  • Signore, il conflitto in Siria rinnova il disperato bisogno di pace: ispira i potenti delle nazioni, perché accorgendosi delle sofferenze che ogni guerra porta con sé, abbandonino i progetti di violenza. PREGHIAMO:
  • Per noi, che abbiamo ricevuto il tesoro prezioso della fede: con impegno e responsabilità, sappiamo contagiare il mondo con la gioia che tu ci hai donato. PREGHIAMO:
  • Per le nostre sorelle Teresa e Maria e per i nostri cari o conoscenti che questa settimana ci hanno visibilmente lasciati; per chi, dai mezzi di informazione, sappiamo essere morti per la violenza o per la disgrazia; possano tutti trovare le tue braccia aperte, accoglienti e consolanti, PREGHIAMO:
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail