22 maggio 2016 – Prima Domenica dopo Pentecoste – Santissima Trinità

Spesso è difficile comprendere anche nell’esperienza umana le misure dell’amore, la sua grandezza e profondità, la sua apparenza e il suo mistero. Così contempliamo l’amore di Dio senza preoccuparci di sondarlo: la sua fedeltà, la sua creatività e la sua visibilità hanno come punti di riferimento le tre divine Persone: il Padre, il Figlio, lo Spirito e la loro perfetta unità.

Tutta la gratuità di un amore eccezionale, enorme, immeritato è continuamente posta a nostra disposizione, nell’affetto che la Rivelazione ci porta e nel legame che i sacramenti del Battesimo, della Riconciliazione e dell’Eucaristia ci offrono lungo il percorso della fede. Con il rito dell’aspersione rinnoviamo l’impegno di vivere sempre nella familiarità con Dio.

don Paolo

Qui le letture: http://spl.ink/letture_22052016

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

15 maggio 2016 – Domenica di Pentecoste (anno C)

Soprattutto per quanto riguarda i tempi e i modi di Dio, nulla avviene casualmente: accogliamo dunque come una grazia che la solennità di Pentecoste, con la diffusione senza limiti del suo Spirito, coincida con la festa in cui vogliamo rimettere a tema la coscienza di essere comunità apostolica, aperta e alternativa rispetto alle logiche correnti.

“L’insieme è superiore alla parte”, ci ricordano la Bibbia e l’insegnamento della Chiesa ed è proprio su questo convergere in unità – sotto la guida della Parola e dello Spirito, resi forti dalla misericordia e dalla fiducia del Signore Gesù, a noi sempre offerte nell’Eucaristia – che vogliamo orientare la nostra fede e speranza, affinché portino frutto nell’amore reciproco.

don Paolo

Qui le letture: http://spl.ink/letture_15052016

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

8 maggio 2016 – Domenica dopo l’Ascensione (anno C)

L’ascensione di Gesù non è un atto riservato ed esclusivo, ma è la prefigurazione dell’esito della creazione di ciascuno di noi: siamo stati amati singolarmente da sempre e per sempre. Maria, che onoriamo in questo mese a lei dedicato, è esempio e garanzia anche per tutti noi di questa predilezione, dalla sua concezione immacolata alla sua assunzione gloriosa.

Nella preghiera che Gesù rivolge al Padre nel Cenacolo è chiara la sua volontà di custodirci nel suo amore e di mantenerci quindi uniti in Lui. Non soltanto per la nostra consolazione ma per dare testimonianza di un legame con Dio che supera il tempo e le contraddizioni della vita e che è fonte, specialmente per chi è scoraggiato, di inesauribile speranza.

don Paolo

Qui le letture: http://spl.ink/letture_08052016

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Appuntamenti del Mese di Maggio

MAg2016

Dal lunedì al venerdì alle 17,30 in cappellina, preghiamo insieme il Santo Rosario.

Dom 1: ore 17, in cappellina, primo Rosario del mese insieme

Ven 6: ore 20,45, il Rosario nei cortili (Via Castrovvilari, 23; Via Forze Armate 326)

Sab 7: Ore 20,45, sulla piazza di Muggiano il Santo Rosario con l’arcivescovo Angelo Scola

Ven 13: ore 20,45, il Rosario nei cortili (Via Fratelli Di Dio, 12; Via Forze Armate 379 con le Suore Missionarie della Carità)

Mer 18: Pellegrinaggio della Terza Età al Santuario della Madonna di Re in Val Vigezzo (Novara) – Iscrizioni in ufficio parrocchiale.

Ven 20: ore 20,45, ritrovo a Muggiano, in Chiesa. Rosario con la comunità parrocchiale

Ven 27: ore 20,45, il Rosario nei cortili (Via Noale, 7; Via Palmi 25 con le Suore del Preziosissimo Sangue)

Mar 31: Pellegrinaggio giubilare del Decanato a Cesano Boscone e passaggio della Porta Santa all’Istituto Sacra Famiglia. Ritrovo alle ore 19 davanti alla chiesa di San Pier Giuliano Eymard (via Bagarotti).

 

Scarica qui il volantino promemoria

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

1° maggio 2016 – Sesta Domenica di Pasqua (anno C)

La Pasqua del Signore Gesù è il culmine della storia ma non ancora la sua conclusione: le vicende degli uomini continuano, tra consolazioni e tribolazioni, sorrette dalle promesse di Dio e dalla compagnia dello Spirito santo anche se insidiate da logiche umane che, più o meno apertamente, si oppongono all’iniziativa di Dio.

La tristezza e la gioia sono sentimenti che si alternano lungo il passare del tempo e nelle diverse circostanze: Gesù però assicura che ogni prova vissuta insieme a Lui diventerà sorgente di gioia. Anche oggi dunque la Parola di Dio ci guida a scrutare il tempo che stiamo vivendo e a mantenere integro uno sguardo lungimirante, positivo e fiducioso.

don Paolo

Qui le letture: http://spl.ink/letture_01052016

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

24 aprile 2016 – Quinta Domenica di Pasqua (anno C)

La Parola di Dio ci aiuta oggi a mettere a fuoco in che cosa consista la gloria di Dio. Viene istintivo attribuirla alla sua onnipotenza, all’immensità e all’eternità del suo agire, ma questo finirebbe per creare distanza tra l’unico Padre e i suoi figli. E’ evidente, invece, nella vita, morte e risurrezione del suo Figlio Gesù, donato a noi come fratello e maestro di vita.

La gloria di Dio si manifesta pienamente nella fiducia che genera amore: è gloria per noi la straordinaria dedicazione che ci ha regalato nel Figlio, è gloria per Lui la fiducia che gli offriamo e che, in ogni frangente, genera luce e gioia. Rinnoviamo quindi l’impegno a vivere offrendo a Lui il nostro consenso, certi di essere avvolti in un amore inesauribile.

don Paolo

Qui le letture: http://spl.ink/letture_24042016

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

17 aprile 2016 – Quarta Domenica di Pasqua (anno C)

“Rimanete nel mio amore… perché la mia gioia sia in voi e così la vostra gioia sia piena”: questo è il dono che Gesù promette non dopo la risurrezione, ma prima della morte, indicando le ragioni più vere della vita e della sua volontà di compiere fino in fondo la missione che il Padre gli ha affidato, con spirito di servizio e di sacrificio.

“Ogni vocazione ha la sua origine nello sguardo d’amore di Gesù”, ci ricorda papa Francesco esortandoci oggi a pregare affinché ciascuno di noi si impegni in una vita degna del Vangelo.Non siamo noi a scegliere Gesù, ma è Lui che ha scelto e conferma ognuno di noi con un affetto e un compito singolare, per il quale chiediamo una fedeltà appassionata.

don Paolo

Qui le letture: http://spl.ink/letture_17042016

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

10 aprile 2016 – Terza Domenica di Pasqua (anno C)

La Pasqua rischiara tutta la storia con la sua esplosione di luce e di gioia, che dilaga sul passato e sul futuro, ossia sulla fedeltà di Dio al suo universale progetto d’amore e alle sue promesse che vanno ben oltre i nostri desideri. Gesù esorta a fidarsi della sua testimonianza e dei suoi giudizi, che esprimono sempre prospettive di benevolenza e di verità.

San Paolo – che oggi incontriamo alla fine degli Atti degli Apostoli e all’inizio della lettera ai cristiani di Roma – coltiva il desiderio di far giungere a tutti la gioia del Vangelo. Traendo dalla Parola il nostro proposito, chiediamo la grazia di lasciarci attraversare dalla luce di Dio e di condividerla, comunicando volentieri i nostri doni spirituali e ricevendo quelli degli altri.

don Paolo

Qui le letture: http://spl.ink/letture_10042016

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
1 2 3 4 42